giovedì 12 ottobre 2017

E’ uscito ‘Goblin seven notes in red’ la versione internazionale di ‘Goblin sette note in rosso’.






Sarà in distribuzione da venerdì 13 (!) ottobre la versione inglese del mio libro ‘Goblin sette note in rosso’, intitolata, pensate un po’, ‘Goblin seven notes in red’ e pubblicata da Ajna Bound, proprio in concomitanza con il quarto tour americano dei Goblin. 




Parlare di versione inglese è però alquanto riduttivo perché tra i due volumi ci sono cospicue differenze sia in termini di contenuti ‘letterari’ che di apparato iconografico. 



Il libro è stato ripensato e riorganizzato nella parte storiografica, integrando il criterio strettamente cronografico, per cui, ad esempio, tutte le informazioni su La via della droga sono riportate in un’unica sezione, comprese le analisi degli album con le musiche anche se pubblicati decine di anni dopo l’uscita della pellicola nelle sale. Sono poi state eliminate tutte le note a piè di pagina, solamente quelle strettamente legate ai Goblin sono presenti nel testo. Un sacrificio pesante ma che andava fatto per rendere di più agevole la lettura del testo anche da un pubblico internazionale.

In compenso sono state aggiunte molte altre informazioni, stralci di interviste d’epoca ed aneddoti inediti, compresi i titoli dei brani composti per le colonne sonore di Gamma, Rally o Inferno in diretta e di numerose altre composizioni di cui si sono perse le tracce firmate da Simonetti, Pignatelli, Morante, Guarini, Martino. Scoprirete persino gli autori della mitica ‘Gold summer’, composta e registrata per Roller ma mai pubblicata. E’ stata completamente riorganizzata anche la discografia, non più strutturata per Nazione ma per album, per cui troverete tutte le edizioni di Profondo rosso, una di seguito all’altra. Notevolmente ampliata anche la parte iconografica che ora comprende anche una sezione a colori di otto pagine e dei risguardi personalizzati che mostrano una ‘valanga’ di memorabilia.






La realizzazione di ‘Goblin seven notes in red’ è stata una specie di odissea, segnata da tutta una serie di contrattempi, con traduttori e grafici ritiratisi dal progetto dopo mesi e mesi di attese infruttuose, basti pensare che ero stato contattato da Ajna Bound nell’estate del 2013. Alla fine il progetto è stato portato a termine grazie alla devozione di Tyler Davis, editore davvero fantastico, la dolce Clelia Galizio, traduttrice di metà libro e Beth Hall, grafica sulfurea.



‘Goblin seven notes in red’ è distribuito a livello mondiale da Light in the Attic tramite i negozi abitualmente serviti da questa compagnia indipendente. Le copie acquistate direttamente da Ajna Bound saranno accompagnate da un segnalibro e da due cartoline, la prima, numerata ed autografata dal sottoscritto, reca la riproduzione della copertina del libro, la seconda raffigura la copertina alternativa che avevo preparato ma che poi non è stata utilizzata. 


Purtroppo le spese di spedizione dagli USA sono elevatissime, circa 47 dollari, assai più alte del prezzo di copertina che è di 35 dollari per l’edizione con copertina rigida e di 30 dollari per quella in brossura. Ad ogni modo dovrebbe arrivarmi qualche copia per cui vi farò sapere.


Per l'occasione è stato realizzato anche un piccolo video promozionale


6 commenti:

  1. Vedo che , in perfetto "Goblin style", la versione estera è molto più bella e curata di quella italiana ! :-( :-( :-(

    RispondiElimina
  2. Forse perché i Goblin, come altre eccellenze italiane, sono più apprezzati all'estero che a casa propria.
    E poi il dover riprendere in mano il libro per aggiornarlo ed 'asciugarlo' un po', mi ha dato la possibilità di sistemare alcune parti e impostazioni che non mi convincevano del tutto. Ed ho anche tolto il resoconto testuale del mega litigio sul sito della Cinevox del 2001, troppo avvilente.

    Grazie!

    RispondiElimina
  3. Carissimo.... Attendo un tuo fischio per impossessarmi di una copia autografata con copertina rigida...
    Mi sa che che diventerà prestissimo un oggetto di culto, come una piuma di cristallo...

    RispondiElimina
  4. Ciao Zaratozom, è sempre un piacere ritrovarti!
    Una copia con copertina rigida aggiudicata! Ci vorrà qualche settimana, me ne hanno spedito alcune copie dagli USA appena due giorni fa...
    Stammi bene!

    RispondiElimina
  5. Ciao, ascolto i Goblin dai tempi di Profondo Rosso, e ho fotografato le loro varie formazioni dal 2009 a oggi. Seguo il tuo sito da anni e da tempo pensavo di comprare una copia del tuo libro sui folletti. L'edizione americana mi sembra però ancor più appetibile. Posso prenotarne una copia anche io?

    RispondiElimina
  6. Ciao Fabrizio, grazie dell'interesse.
    Mi sono arrivate alcune copie del libro dagli USA, scrivimi pure all'indirizzo e-mail che trovi nella colonna di destra del blog.

    RispondiElimina